Il Ritorno delle Gif nelle newsletter...Ci eravamo Tanto Odiati

Il Ritorno delle Gif nelle newsletter...Ci eravamo Tanto Odiati

Negli ultimi mesi, le gif animate hanno fatto il loro ritorno nelle mailing list. Era molto tempo che non si vedevano con questa grande diffusione, precisamente dagli anni ’90. Può sembrare strano che, con le nuove evoluzioni tecnologiche, grafiche e di design, esse siano tornate alla ribalta. Scopriamo insieme le motivazioni.

L’addio alle gif nelle newslette: perché avvenne?

Per visualizzare le gif, anche se a molti può sembrare strano e difficile da immaginare con le evoluzioni tecnologiche dei nostri tempi, serve una connessione internet stabile e veloce. A cavallo tra anni ’90 e 2000 avere una connessione efficiente non era molto diffuso, soprattutto in Italia, dove ancora oggi ci sono molte zone, principalmente nei paesi e nelle provincie, che non sono raggiunte da fibra ottica e in molti casi neanche da ADSL.

Questa scarsa distribuzione della linea fissa nel recente passato ha fatto sì che moltissime persone hanno avuto grande difficoltà nell'aprire le mail contenenti questi file e ha causato, a sua volta, l'inefficacia delle gif nelle mailing list.

Capitava spesso, pertanto, che chi aveva difficoltà ad aprire la newsletter, doveva attendere diversi minuti prima che si avviasse le gif animata,  con il conseguente risultato di spazientirsi, annoiarsi e chiudere la mail senza neanche leggerla.

Oggi stiamo, invece, assistendo ad una rinnovata capillarizzazione della distribuzione di ADSL e fibra ottica su tutto il territorio nazionale e, di conseguenza, molte più persone possono accedere ad una connessione veloce e stabile. Il marketing online e le mailing list sono stati, quindi, immediatamente adeguati alle nuove condizioni.

Ma perché decidere di utilizzare le gif animate nelle mailing list?

I motivi per cui utilizzare le gif nelle mail list sono molteplici e i vantaggi offerti dall'inserimento di queste immagini sono moltissimi. Dato che oggi tutti o quasi tutti riescono ad aprire e visualizzare senza problemi questi file all'interno delle mail, è possibile utilizzare le immagini per sottolineare ed esaltare i contenuti, in modo da far passare più accuratamente il messaggio che si desidera consegnare ai destinatari.

Innanzitutto, bisogna considerare che diverse indagini indipendenti hanno rivelato che l'inserimento di contenuti multimediali all'interno delle mail genera un aumento del 280% dell'efficacia della mail stessa, andando quindi ad incrementare il bacino di utenza rispetto a quanto si otterrebbe con le mail tradizionali, in cui non sono presenti contenuti grafici.

L'inserimento di contenuti multimediali come le gif animate all'interno delle mail, infatti, comporta una serie di vantaggi. Prima di tutto, come abbiamo detto, la mail che contiene file multimediali viene notata più di quelle che non ne hanno e viene ricordata maggiormente rispetto alle mail tradizionali. In questo modo, il messaggio che si vuole trasmettere arriverà in maniera più efficiente ai destinatari.

Inoltre, l'utilizzo delle immagini conferisce un'immagine dell'azienda molto più umana e amichevole, rendendo la percezione del rapporto tra l'azienda stessa e il destinatario dell'email più emotivo e coinvolgente.

Il sentirsi più coinvolto sul piano emotivo spinge il destinatario della mail a leggere con più attenzione il contenuto concettuale e il risultato è che il messaggio finisce con l'acquisire un'efficacia nettamente maggiore di quanto non avrebbe fatto in una mail priva di contenuti multimediali.

Naturalmente, è molto importante elaborare e selezionare con estrema cura il contenuto multimediale da inserire nella mail. Per rendere la presenza della gif gradita al destinatario della mail è, infatti, cruciale che l'immagine sia coerente con il contenuto, altrimenti si rischia di ottenere l'effetto opposto. Se l'immagine è adeguata al contenuto della mail, si otterranno coinvolgimento ed efficienza di informazione.