Promuovere l’offerta turistica all’estero con Google Ad Planner e AdWords Display

Promuovere l’offerta turistica all’estero con Google Ad Planner e AdWords Display

Nel mondo del turismo, ma anche in quello del web, i pesci piccoli sono quelli che vengono eliminati, lasciando spazio ai pesci più grandi. Spesso e volentieri le grandi imprese, come se fossero dei bulli, fanno fuori le piccole imprese dal mercato, acquisendo la loro parte di clienti.
Questo avviene costantemente, ma per le piccole imprese che operano nel settore turistico vi è ancora una speranza, ed essa proviene dal web. La rete, infatti, permette anche ai meno affermati di potersi riprendere o farsi conosce: la soluzione adatta prende il nome di Google AdWords, estensione o servizio di Google che permette alle piccole imprese di poter essere conosciute almeno sul web.

 

Ma che cos'è Google AdWords e come può essere sfruttato?

Google Adwords è un servizio di pubblicità molto innovativo, che consiste nel pagare quando un utente effettua un click sull'annuncio postato. Pertanto, maggiori saranno le visite ottenute e maggiore sarà la somma di denaro che la ditta dovrà pagare per continuare ad usufruire del servizio.
Per poter usufruire di questo servizio, alle imprese che operano nel settore turistico serve un buon slogan ed una buona promozione: possono essere utilizzati immagini, video, suoni e qualsiasi altro tipo di contenuto multimediale. Una volta che lo si crea, si può decidere di lasciare a Google il compito di scegliere dove postare il box pubblicitario, ovviamente dopo che l'utente ha selezionato il tipo di lingua dell'annuncio e i siti dei Paesi nei quali far comparire la sua campagna pubblicitaria. In questo modo si sfrutta in parte la rete Display di Google, ma talvolta può capitare che questo metodo possa rivelarsi meno proficuo del previsto. Gli utenti, infatti, spesso non sanno dove conviene postare la pubblicità e inserendo pochi dati lasciano che sia lo Google a continuare la pratica di condivisione sul web, con dei risultati non di rado insoddisfacenti.

Google Ad Planner

Per questo motivo è meglio sfruttare un secondo servizio di Google, che prende il nome di Google Ad Planner, una sorta di consulente pubblicitario virtuale in grado di aiutare l'azienda a pubblicare su diversi siti i suoi annunci creati con Adwords e la sua rete Display.
L'utente, una volta che crea ad hoc il suo annuncio pubblicitario, non deve fare altro che selezionare quei criteri in grado di permettere al programma di localizzare, con maggior precisione, la pubblicità creata precedentemente. Procedendo in tal modo, l'utente - seppur pagando una somma di denaro maggiore - potrà avere una migliore visibilità sul web.
Google Ad Planner ricerca gli spazi pubblicitari dove vi erano prima degli annunci simili. Ad esempio, l'utente che ha un hotel a Cagliari grazie a Google Ad Planner non otterrà visualizzazioni del suo annuncio esclusivamente quando i navigatori scriveranno sul web "Hotel Cagliari", ma anche grazie ai click che provenienti da altri utenti che magari hanno notato la pubblicità in siti appartenenti al settore del turismo dove prima vi era l'annuncio di un altro hotel.
Ma come si può ottenere tutto questo? Semplice: l'utente deve compilare, nella scheda di Google Ad Planner, i vari campi come "Area geografica", "Lingua", "Interesse", "Argomenti" ed altre caselle, grazie alle quali è possibile ottenere una visibilità maggiore.
Ad esempio, se l'utente vuole che l'annuncio venga visualizzato anche da utenti di inglesi, nei campi dovrà inserire "Londra" come area geografica, "Inglese" come lingua, "Viaggi o hotel" come interesse e semplicemente "viaggi" negli argomenti.
Sfruttando questa combinazione, gli utenti inglesi potranno visualizzare l'annuncio pubblicitario di quell'hotel di Cagliari, e l'utente otterrà una visibilità che va ben oltre i semplici siti italiani. Grazie a questa strategia, l'annuncio potrà essere visto in tutto il mondo e l'utente potrà far diventare la sua azienda e le sue offerte turistiche degli autentici "squali del web".