Campagne Adwords per strutture ricettive: i 3 step da seguire

Campagne Adwords per strutture ricettive: i 3 step da seguire

Data di pubblicazione: 30-10-2014

Perché una campagna pubblicitaria basata sul web advertising, cioè l’insieme delle tecniche di promozione di siti ed aziende sfruttando la rete Internet ed i banner, possa avere successo, è necessario che venga pianificata e progettata tenendo conto del settore in cui si ha intenzione di operare, valutandone e valorizzando le sue caratteristiche.

Nelle campagne Adwords (il servizio di web advertising messo a disposizione da Google) per le strutture ricettive, esistono fondamentalmente tre step da seguire con attenzione per ottenere dei buoni risultati in termini di visualizzazioni, di clic e di percentuale di conversione. Questo ultimo parametro merita un piccolo approfondimento, essendo quello più importante da monitorare. In pratica è l’indicatore che indica la percentuale di visite ad un sito Internet che si trasformano in ordini e quindi in guadagno.

Il primo passaggio per costruire una campagna pubblicitaria Adwords per le strutture ricettive consiste in una approfondita analisi del web. Naturalmente è necessario porre particolare attenzione a come gli hotel, i villaggi, i break and breakfast, ecc., trasmettono le informazioni tramite i siti Internet, i blog, i comunicati stampa, ecc. Si tratta quindi di studiare il web marketing dei concorrenti, cercando di stabilire delle modalità e delle strategie sicure attraverso le quali ottenere dei buoni risultati. L’output di questa prima fase dovrebbe restituire un elenco delle keywords maggiormente utilizzate e rappresentative, una classifica dei siti maggiormente visualizzati e visitati, con un’analisi di quali sono i principali inserzionisti che utilizzano Adwords in questo mercato. A questo punto può essere pianificata una strategia con modi, tempi e costi ben precisi per la campagna pubblicitaria.

La seconda fase per la costruzione di una campagna è forse la più importante ed è relativa alla vera e propria realizzazione delle azioni pubblicitarie e dei banner. È in questo momento che si deve cercare di realizzare delle pagine Internet accattivanti, chiare, facilmente usufruibili e soprattutto con contenuti di qualità. Le statistiche dimostrano infatti che gli internauti sono molto attratti da contenuti seri che siano veramente utili. In questo modo i banner, creati anche loro con una grafica adatta e keywords appropriate, vengono visualizzati e cliccati più spesso, migliorando di conseguenza anche la posizione del sito nelle classifiche dei motori di ricerca. Il web marketing utilizza poi delle tecniche come il raggruppamento degli annunci secondo la tipologia delle offerte o dei prodotti da pubblicizzare ed una selezione mirata dei vari portali tematici in cui far apparire gli annunci. Ovviamente è necessaria l’apertura degli account di Adwords e Google Analitycs per poter sfruttare al meglio gli strumenti e le statistiche messi a disposizione da Google.
 
L’ultima fase della campagna pubblicitaria basata su Adwords consiste in un attento e costante monitoraggio dei risultati raggiunti, dei costi sostenuti e della percentuale di conversioni. Il web è un ambiente altamente dinamico ed il tempismo nell’adattarsi ai cambiamenti è fondamentale. Almeno ogni settimana devono essere riviste le keywords, devono essere testate le pagine web per verificarne la funzionalità e devono essere controllate le statistiche relative alle visite, ai clic ed al tasso di conversione. Solamente in questo modo è possibile apportare correzioni senza perdere tempo e denaro.