TikTok: come si sta evolvendo?

TikTok: come si sta evolvendo?

Data di pubblicazione: 27-01-2020

In principio era Musica.ly poi è arrivato TikTok, il social network cinese che in breve tempo ha superato i 700 milioni di iscritti in tutto il mondo, battendo senza possibilità di repliche giganti del settore come Facebook e Twitter.

Veloce, immediata e alla portata di tutti, questa app non solo è diventata la più amata tra i giovani di mezzo mondo, ma anche un efficace strumento di lavoro per influencer e celebrità. Simile per concept a Youtube ma totalmente innovativa nei tempi, TikTok sembra incarnare, grazie alla spontaneità e all’allegria che la contraddistingue, il famoso slogan degli anni ’80: Think Positive, o almeno provaci!

Una doppia strategia

Da Jimmy Fallon che nel 2018 è stata una delle prime celebrità a usare TikTok con la divertente sfida dei "tumbleweed" alle nostrane Chiara Ferragni e Michelle Hunziker, l’app è cresciuta grazie a una strategia che è riuscita a districarsi tra strategie globali e contenuti localizzati. Il social cinese infatti parte da sfide, concorsi, hashtag locali e contenuti tipici per promuovere se stessa su scala nazionale. Un’impresa che le riesce bene, visto che solo nel nostro Paese nel 2019 sono stati caricati all’incirca 236 video al minuto.

Prospettive future

È degli ultimi giorni la notizia che TikTok sta sviluppando in beta test nuovi strumenti per permettere ai suoi utenti di aggiungere nel loro profilo collegamenti con piattaforme di e-commerce. Questa nuova mossa commerciale ha una ragione molto precisa. Secondo uno studio di Later, i nano e micro-influencer ovvero coloro che non raggiungono i 100.000 followers, oggi sono più influenti delle celebrità vantando un tasso di coinvolgimento maggiore. Regalare quindi a questi nuovi volti "amatoriali" la possibilità non solo di promuovere determinati prodotti ma anche di rendere possibile il loro acquisto, è vista dagli sviluppatori dell’app come un’opportunità da non lasciarsi sfuggire.

Secondo Cisco entro due o tre anni l’82% dei contenuti sul web sarò fruibile sotto forma di video e stories. Questo è il motivo per cui TikTok ma anche Instagram e Youtube, sono i social sui quali sarà puntata l’attenzione dei marketers di tutto il mondo. Non solo, il social cinese, grazie alla presenza dei filtri personalizzabili, ha dimostrato come la realtà virtuale e la realtà aumentata non siano più puri esperimenti di laboratorio ma la realtà che ci circonda.

Riuscirà TikTok a doppiare il successo registrato nell'ultimo anno e ad anticipare e interpretare i nuovi trend del mercato? Le premesse ci sono tutte!